Exenor S.r..l. Milano - Italia
 
   

Case studies

MMHCA

Cliente
Coproduzione internazionale con cofinanziamento del programma IMPACT 2 dell'Unione Europea.

Antefatti
Nei primi anni '90 la multimedialità era agli albori: le caratteristiche tecniche dei computer erano molto scarse (CPU con frequenza di 50 MHz, RAM 4 MB, memoria video 1 MB), schede audio e lettori di CD-Rom erano accessori opzionali piuttosto costosi (alcune centinaia di euro), non si erano ancora delineati gli standard di produzione ma, complessivamente, si poteva iniziare ad ideare e sviluppare dei titoli multimediali su CD-Rom, anche se con molte limitazioni.
Le difficoltà maggiori erano comunque rappresentate dalle ridotte dimensioni dei singoli mercati nazionali europei — sia per le differenze linguistiche sia per l'insufficiente diffusione di computer adatti — e dalla assoluta novità del mezzo, che non permetteva stime su gradimento ed interesse da parte degli utenti finali.

Scopo
Il progetto si poneva diversi obiettivi:

  • stimolare la nascita di un mercato dei prodotti multimediali;
  • ampliare il mercato di riferimento, grazie alle traduzioni nelle principali lingue europee;
  • coinvolgere più categorie di utenti finali, grazie ai diversi moduli contenuti e alla grande quantità di informazioni presenti che consentono differenti percorsi educativi o di svago;
  • consentire modalità di utilizzo secondarie, come ad esempio ausilio allo studio delle lingue grazie alle diverse versioni linguistiche presenti sullo stesso CD-Rom;
  • razionalizzare i costi di produzione e distribuzione, creando un'unica confezione di vendita per tutta Europa.

Creatività
Lo studio dell'interfaccia e dell'interattività ha rappresentato senz'altro la sfida creativa maggiore, per i seguenti motivi:

  • le scarse dotazioni hardware dei computer degli utenti dell'epoca limitavano le scelte artistiche;
  • lo stesso tipo d'interfaccia doveva essere immediatamente comprensibile da utenti diversi, sia per età sia per abitudini (nazioni diverse);
  • mancavano ancora delle convenzioni comuni sull'uso di icone, percorsi di navigazione etc.;
  • l'applicazione doveva funzionare sia come programma per singolo utente sia come programma per postazione museale;
  • la struttura ad ipertesto comportava il pericolo della "perdita d'orientamento", per cui occorreva far sempre sapere all'utente in che parte dell'applicazione si trovava.

Prima di giungere alla configurazione finale, sono state realizzate e testate diverse soluzioni, utilizzando diversi sistemi di authoring.

Esecuzione
Complessivamente il progetto è durato 2 anni: 6 mesi di studi preliminari, accordi sui diritti, indagini di mercato e realizzazione di un prototipo, 6 mesi di valutazione ed infine circa un anno di sviluppo finale. Ciò può sembrare un tempo lunghissimo secondo gli standard odierni, ma bisogna ricordare che è stata una delle prime produzioni multimediali europee.
Tutto è stato sviluppato coordinando il lavoro di diversi team in Danimarca, Italia, Germania e Spagna, con l'inglese come lingua di lavoro. Questo progetto è stato anche uno dei primissimi utilizzi di Internet (per lo scambio di file ed informazioni via e-mail), quando questa tecnologia era ancora in fase assolutamente pionieristica e non era presente sul mercato nessuno degli attuali fornitori di connettività.

Media usati
CD-Rom più un manuale d'uso a colori in 6 lingue.

Risultati
L'interfaccia e il modello di interattività sono ancora validi a distanza di anni, confermando la bontà delle soluzioni scelte.
Tutti gli obiettivi tecnici sono stati raggiunti e il titolo ha vinto nel 1995 il premio Cross Categories Award del BIMA.
L'intero progetto è stato portato a termine con sole 4 riunioni plenarie a livello internazionale e con un sostanziale uso di tecnologie di comunicazione elettronica, costituendo anche uno dei primi casi di successo di "telelavoro".

Valore delle informazioni
Il materiale usato è tratto in larghissima parte dagli originali custoditi presso il museo Hans Christian Andersen di Odense (DK), oppure è stato appositamente realizzato per questo titolo.
Tutti i contenuti sono stati controllati e convalidati da un gruppo di studiosi ed esperti di H.C. Andersen, garantendo l'esattezza delle informazioni fornite.

 

Infodomus

Cliente
Iniziativa privata di Exenor

Antefatti
Internet è un'enorme miniera di informazioni, per la maggior parte gratuite. Di contro esse sono, in gran parte, scarsamente fruibili.
I motivi sono diversi: le informazioni sono presentate in modo incoerente e disorganizzato, l'impaginazione grafica è estremamente carente e disordinata, non c'è certezza della correttezza dei dati forniti, moltissimi siti privilegiano l'appagamento estetico del loro creatore (vedi ad esempio tutte le animazioni inutili o le immagini enormi che allungano i tempi di caricamento delle pagine) piuttosto che la fruibilità da parte dell'utilizzatore.
Inoltre diversi di questi siti si appoggiano su server gratuiti che, in cambio, inondano l'utente di pop-up pubblicitari o di altra pubblicità interstiziale, rendendo ancora meno piacevole la navigazione.
Le cause di questa situazione sono molteplici — entusiasmo iniziale che sfuma e conseguente abbandono del sito, scarsa conoscenza del mezzo e del suo linguaggio, "abuso" delle possibilità grafiche offerte dai programmi per la creazione di pagine web — ma il risultato è sempre lo stesso: un'enorme quantità di siti da visionare e scartare, prima di trovare ciò che si cerca.

Scopo
Nello stesso nome — Infodomus infatti significa "la casa delle informazioni" — è racchiusa la finalità dell'iniziativa: contribuire alla diffusione in rete di informazioni selezionate ed organizzate, realizzando ed ospitando siti informativi tematici che nascono per diletto dagli interessi hobbistici, culturali e civici di molte persone.
Infodomus funge inoltre da "incubatore", consentendo di testare l'interesse dell'ampio pubblico su un certo argomento, per poi eventualmente svilupparlo ulteriormente creando un sito web col proprio nome a dominio.

Creativà
Ogni sito ospitato è completamente autonomo, con sue caratteristiche specifiche ed una veste grafica personalizzata in funzione dell'argomento trattato. Tutti i siti sono sviluppati creativamente e tecnicamente da Exenor.

Esecuzione
Si valuta innanzitutto se l'argomento risponde a dei requisiti di base: interesse per un pubblico sufficientemente ampio, mancanza in rete di siti validi (sia sotto l'aspetto tecnico sia sotto l'aspetto dei contenuti) che trattino lo stesso argomento, qualità e quantità del materiale da pubblicare su Internet, diritti sullo stesso materiale.
Successivamente si studiano la veste grafica personalizzata, l'organizzazione dei contenuti e le funzionalità che deve avere il sito, e lo si sviluppa. Segue quindi la fase di test, che controlla sia i contenuti sia gli aspetti funzionali, prima della sua pubblicazione su Infodomus.
L'ultima fase del processo ha come obiettivo farlo conoscere e visitare. Per fare ciò lo si segnala ai principali motori di ricerca, agli organi di stampa, ad associazioni che si interessano dell'argomento e ad altri siti complementari.

Risultati
I minisiti ospitati da Infodomus registrano un numero di visite superiore a quelle di molti siti dedicati e in molti casi occupano le primissime posizioni nei risultati dei motori di ricerca.

Valore delle informazioni
Non avendo i siti scopi commerciali o pubblicitari, le informazioni inserite sono complete ed imparziali e forniscono l'essenza dell'argomento trattato.

 

 

 

Università degli Studi di Milano-Bicocca
Infodomus
Radio
Flyer
Domustech
Centro Nazionale Studi Manzoniani
Università degli Studi di Milano
Università degli Studi di Milano - Dipartimento di Biologia
Società Italiana Fisiologia Vegetale
MMHCA
Favole Vive
Le Scienze
Publitalia
Avenir
Netsystem